Recensioni

lunedì 30 ottobre 2017

Blogtour: "La bambina della luna e delle stelle" - Recensione

Buongiorno, carissimi lettori caffeinomani! ^^
Oggi è l'ultimo giorno del Blogtour dedicato a "La bambina della luna e delle stelle", di Kelly Barnhill, un romanzo edito De Agostini, ricco di magia e meraviglie. In questa tappa troverete la recensione del romanzo su tutti i blog che hanno partecipato all'iniziativa, quindi passate a leggere le varie opinioni, sono sicura che vi incuriosiranno e vorrete leggere questo piccolo gioiellino.
Ringrazio ancora una volta Serena per avermi coinvolta nel Blogtour e tutte le ragazze che ne hanno fatto parte. E un ringraziamento alla alla DeAgostini per la preziosa collaborazione.

<<A volte le persone sono più di una sola cosa>>.

La bambina della luna e delle stelle
di Kelly Barnhill

Titolo originale: The Girl Who Drank The Moon
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 406
Genere: fantasy, middle-grade 
Editore: De Agostini (collana Le Gemme)
Data di pubblicazione: 24 Ottobre 2017

Ogni anno, all'alba del Giorno del Sacrificio, gli Anziani del Protettorato abbandonano un neonato ai margini della città. È un'offerta di pace per la strega che si nasconde nella foresta. Quello che gli Anziani non sanno, però, è che Xan, la strega, è buona. Così buona da dividere la sua casa con il vecchio Mostro dello Stagno e un dispettoso Drago Perfettamente Piccolo. Così buona da prendersi cura, anno dopo anno, dei piccoli abbandonati. Li raccoglie, li protegge, li nutre con la luce delle stelle e li accompagna dall'altra parte della foresta per affidarli a genitori amorevoli. Ma tutto cambia la notte in cui Xan commette un terribile errore: invece della luce delle stelle, fa bere alla bambina che ha appena salvato la luce della luna, regalandole così meravigliosi poteri magici. Incapace di separarsi da quella piccina con gli occhi neri come lo spazio infinito e la pelle luminosa come ambra, la strega decide di allevarla come una figlia e la chiama Luna. Luna cresce felice in riva allo Stagno, circondata dall'amore di Xan, dall'amicizia del Drago e dalle poesie del saggio Mostro, ma ignara degli straordinari poteri ricevuti in dono. Fino al giorno del suo tredicesimo compleanno, quando la magia si sprigiona in tutta la sua forza... Luna sarà in grado di gestirla? E riuscirà a smascherare la vera strega cattiva, decisa a prosciugare il mondo di ogni felicità? 

<<Di notte, quando il latte di capra finiva, Xan raccoglieva fra le dita i sottili fili di luce delle stelle, e la bambina mangiava con gratitudine. E ogni boccone rendeva i suoi occhi più scuri. C'erano interi universi in quegli occhioni - galassie su galassie>>.

La bambina della luna e delle stelle è un bellissimo middle-grade fantasy che ricorda un po' una fiaba, in cui l'elemento magico risente di un piccolo tocco dark davvero affascinante. Ho sempre amato questo tipo di storie e ho letto con piacere questa di Kelly Barnhill, che mi ha conquistata anche con il suo stile di scrittura poetico e originale. Personaggi buoni e splendidi si accostano a figure più oscure e inquietanti, il tutto sullo sfondo di una foresta misteriosa, di una Palude da cui tutto si è creato e di un vulcano molto pericoloso. 
Vi è un villaggio, il Protettorato, con a capo un Consiglio di Anziani che ogni anno, nel Giorno del Sacrificio, conduce una processione verso la Foresta per abbandonare il bambino più piccolo. Un sacrificio per la Strega che, altrimenti, abbatterebbe la sua furia sul villaggio, distruggendo ogni cosa. I genitori consenzienti lasciano i loro piccoli nelle mani del Sommo Anziano che, imperturbabile di fronte al loro dolore, compie questo gesto, a suo parere, indispensabile. Ma, un giorno, una madre si oppone a quella tradizione, arrampicandosi sulle travi della sua casa e tenendo stretta la sua piccola a sé. La donna viene fatta rinchiudere e la bambina, strappata alla madre disperata, condotta nella Foresta, come vuole la tradizione. Antain è il nipote del Sommo anziano, un ragazzino che un giorno entrerà a far parte del Consiglio. Sconvolto dall'episodio, ne conserverà il ricordo per tutta la vita e, da quel giorno, non riuscirà più a seguire il nonno nella processione, anzi comprenderà di voler dedicare la sua vita a qualcosa che ama, andando contro tutte le aspettative riposte in lui. 
La Foresta è un luogo pericoloso, in cui può succedere qualsiasi cosa. Gli Anziani sanno bene che non esiste alcuna Strega, ma c'è un altro segreto che aleggia sul Protettorato e che li porta a compiere il sacrificio, abbandonando i bambini in balia di stenti e animali feroci. Xan è una Strega che vive nella Foresta, ma non è la classica strega cattiva delle fiabe. Ne ha forse l'aspetto, un viso ormai vecchio e raggrinzito e un fisico un po' provato,  ma non il cuore. Ha un cuore grande e amorevole. Ecco perché, inconsapevole del motivo per cui quei neonati vengono abbandonati, decide comunque di prendersi cura di loro. Ogni anno attraversa la Foresta per raggiungerli e prenderli con sé. Li nutre con la luce delle stelle, li coccola e, infine, trova per loro delle famiglie che li accolgano nelle Città Libere, al di là della Foresta. Ma c'è quella bambina, riccioli neri e occhi scuri come la notte, una voglia a forma di luna crescente sulla fronte (a significare che è una bambina speciale), che le ispira un affetto più forte e inaspettato. Per errore la nutrirà con la luce della luna, rendendola così una bambina magica. Affezionata a quella piccola creatura, che chiamerà Luna, e spaventata dalla portata dei suoi poteri, decide di tenerla con sé e crescerla come una dolce nonnina, insieme al mostro della palude Glerk e al draghetto Fyrian che vivono con lei. 
La bambina cresce in salute e allegra, amata da Xan e dai suoi simpatici amici, ma non comprende il significato della magia e non è capace di controllare i suoi poteri (<<La piccola, che scoppiava di magia, era un po' come un vulcano dormiente: energia, calore e potenza si accumulano nel tempo per poi eruttare senza preavviso>>). Con un incantesimo che li bloccherà fino al suo tredicesimo compleanno, Xan pensa di fare la cosa più giusta per aiutarla e impedire che metta in pericolo la sua vita o quella altrui. Ma quel giorno arriverà in fretta e la piccola Luna avrà bisogno di tutta la sua magia per salvare la nonnina, gli amici e tutto il Protettorato, minacciato dalla vera strega cattiva, nascosta per secoli dietro un'identità insospettabile. La Mangia-Dolore viene chiamata, una Strega che si nutre della tristezza e del dolore che ha gettato sul Protettorato, dando vita ai sacrifici per la strega della Foresta.
Immaginavo che questo romanzo mi sarebbe piaciuto, ma non avevo idea che mi sarebbe piaciuto così tanto. La storia magica e commovente di Luna mi ha conquistata, pagina dopo pagina, portandomi ad innamorarmi di questo personaggio, come di tutti gli altri. Xan è una nonnina adorabile e generosa, ha dei poteri straordinari e variegati che però sono destinati a estinguersi, prima o poi. Luna è in un certo senso la sua erede, colei a cui Xan insegnerà ogni cosa, con una pazienza e un'amore infiniti. I suoi fedeli amici Glerk e Fyrian sono assolutamente fantastici, capaci di grande affetto, devozione e coraggio. Anche loro hanno conquistato un posto nel mio cuore. D'altronde, chi non vorrebbe degli amici così speciali? E poi c'è Antain, un ragazzo ferito, nel corpo e nell'animo, che vuole mettere fine ad una tradizione crudele, decidendo di uccidere la Strega della Foresta. Il suo è un personaggio importante, che rappresenta l'eroe traviato e coraggioso, innamorato della sua famiglia, disposto a sacrificare la sua stessa vita per loro. 
La bambina della luna e delle stelle è un romanzo sicuramente per bambini e ragazzi, in cui non mancano gli elementi più comuni delle classiche fiabe, ma è anche una storia per i grandi che hanno ancora bisogno della magia nella loro vita, la magia di storie come queste, che riempiono il cuore, con dolcezza e amore. C'è veramente tanto amore in questo romanzo, amore per la famiglia, per gli amici, per la vita, amore per ogni cosa (<<Non c'è limite a ciò che può provare il cuore>>). L'autrice ha creato un mondo ammantato di meraviglia, in cui vivono personaggi un po' eccentrici, che amerete dal primo momento. Poesia, oggetti magici e misteri vi terranno compagnia durante la lettura, stuzzicando la vostra fantasia. Un viaggio sorprendente, in cui la giovane protagonista compie una crescita interiore che la porta a comprendere i suoi immensi doni e le lezioni ricevute durante la sua intera esistenza. Sorriderete con lei e la amerete, sarà impossibile non farlo. E, anche se c'è una minaccia oscura che incombe sulla sua felicità e su quella di tutti i protagonisti, nulla potrà arrestare la forza del suo amore. Una storia che esalta i valori migliori, che dà alla famiglia significati nuovi, che parla di speranza anche quando tutto sembra nero e la magia un ricordo cancellato. Coraggio e sorprese vi aspettano in questo romanzo, in cui ogni protagonista trova il modo di opporsi ad un destino segnato per accogliere nella sua vita la dovuta felicità.


Voto: 4,5 Un romanzo per grandi e piccini, capace di ispirare tanto amore e tenerezza.

A presto!
xoxo

2 commenti:

  1. Risposte
    1. Una storia molto bella, io l'ho adorato <3 Spero tu riesca a leggerlo presto!

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)