Recensioni

martedì 12 settembre 2017

Recensione: "Amore reale" di Emma Chase

Buon pomeriggio, miei cari lettori ^^
Oggi ho una nuova recensione per voi. Ho letto libri molto belli questa estate, come quelli recensiti nei giorni scorsi, libri che hanno lasciato un segno indelebile nel mio cuore. Ma ho letto anche qualcosa di più leggero, romanzi freschi e poco impegnativi, perfetti per la calda stagione. Amore reale di Emma Chase non è stata una lettura sconvolgente, ma mi è piaciuto abbastanza e ho potuto apprezzare ancora una volta l'ironia dell'autrice e la sua bravura nel creare personaggi maschili sexy e spiritosi. 

Amore reale 
di Emma Chase


Titolo originale: Royalty Screwed
Prezzo: 10,00 euro
Pagine: 325
Genere: contemporary romance
Editore: Newton&Compton Editori (collana Anagramma)
Data di pubblicazione: 22 Giugno 2017



Nicholas Arthur Frederick Edward Pembrook, principe di Wessco, detto "Sua Bollente Altezza" è un uomo affascinante, bello in modo impossibile e sfacciatamente arrogante. Come biasimarlo: è difficile essere modesti quando tutti si sperticano in continue genuflessioni al tuo passaggio. Ma, in una notte di neve a Manhattan, il principe incontra una ragazza bellissima dai capelli scuri che non si inchina davanti a lui. Anzi, gli lancia addirittura una torta in faccia. Nicholas, stupefatto da un gesto tanto irriverente, si mette in testa di scoprire se quella donna nasconda la stessa dolcezza della sua torta, ed è disposto a usare ogni mezzo per ottenere ciò che desidera... Uscire con un principe non è proprio tra le cose che la giovane cameriera Olivia Hammond si aspettava che potessero accaderle. Le smorfie di disprezzo sul volto della regina madre, l'accanimento dei paparazzi e il diffondersi a macchia d'olio di gossip di ogni tipo sgomenterebbero chiunque. E anche se i bianchi destrieri e le carrozze di un tempo sono stati sostituiti da scintillanti Rolls Royce ed è da un po' che i sudditi non vengono più decapitati, non si può dire che la famiglia del principe accolga a braccia aperte l'attraente plebea. Ma agli occhi di Olivia, Nicholas, tolta la corona, è un uomo affascinante, uno per cui vale la pena lottare. Lui, sebbene sia cresciuto sotto lo sguardo del mondo intero, sente per la prima volta la responsabilità e il peso di una scelta: dovrà decidere se piegarsi alle convenzioni e diventare il re che la sua famiglia si aspetta che sia, o restare l'uomo che sente di essere e amare Olivia per sempre...

Ho sempre provato dei sentimenti contrastanti per Emma Chase e le sue storie. Inizio a leggerle e mi conquistano dal primo istante, mi divertono e ho l'istinto di divorarle, poi ad un certo punto scadono nella banalità e nei cliché e lì il mio entusiasmo subisce un duro colpo. Ho letto Amore reale spinta dal desiderio di concedermi una lettura rilassante e piacevole e questo è stata. Nulla di più. La trama colpisce immediatamente e l'idea di leggere di un reale bello e sexy che si innamora di una cameriera è irresistibile. Nicholas Pembrook è il principe ereditario che un giorno regnerà su Wessco. I suoi genitori sono morti in un terribile incidente, suo fratello Henry conduce una vita dissoluta, e tutte le responsabilità del regno ricadono sulle sue spalle. La nonna di Nicholas, nonché Regina di Wessco, è una donna dall'aspetto gentile ma dal carattere deciso, per lei le regole e il regno vengono prima di ogni cosa e non è disposta a lasciare che i suoi nipoti mandino Wessco in malora o infanghino il loro buon nome. Nel tentativo di limitare altri guai combinati da Henry, la Regina manda Nicholas a recuperarlo a New York. E sarà proprio qui che Nicholas avrà modo di conoscere Olivia. Lei lavora nella caffetteria di famiglia, purtroppo indebitata fino al collo, e si occupa di preparare torte deliziose, seguendo le ricette della madre. Le sue giornate sono tutte uguali, le sue aspirazioni chiuse in un cassetto che spera un giorno di riuscire ad aprire. Non accade nulla di epico nella sua vita, nulla di sconvolgente... Almeno fino a quando non conosce Nicholas. E' una sera fredda e nevosa quando il principe e l'amico Simon cercano riparo nella caffetteria. Complice qualche bicchiere di troppo, Nicholas si dimostra più sfrontato che mai nei confronti della bella Olivia, offrendole dei soldi in cambio di sesso. Ma la ragazza sa il fatto suo e, nonostante l'attrazione per lui sia forte e immediata, riesce a rifiutare una grossa quantità di denaro che le avrebbe fatto sicuramente comodo. Tra di loro la tensione è palpabile, si provocano a vicenda e si piacciono, inutile negarlo. Olivia, però, non lo riconosce subito. Sarà la sorella a rivelarle che Nicholas non è altro che "Sua Bellezza Reale" - come viene definito - erede al trono del regno di Wessco. Quando i due si incontreranno di nuovo sarà per scusarsi a vicenda, ma anche per concedersi ciò che entrambi hanno desiderato dal primo momento che si sono visti....
Emma Chase è famosa per aver creato personaggi maschili irresistibili, i cui punti di vista riescono sempre a strappare più di un sorriso e a mostrare le cose da una prospettiva poco comune. In questo romanzo, il pov di Nicholas si alterna a quello di Olivia, ma è sicuramente il suo il più interessante. Nicholas può sembrare un tipo che prende le cose alla leggera, ma è in realtà molto responsabile e maturo, devoto alla famiglia, ai doveri e alle leggi del suo regno. Certo, è una realtà che gli va stretta, ma sa che il popolo di Wessco conta su di lui e non vuole deluderlo. Vive in una splendida gabbia dorata, ha tutto ciò che si possa desiderare, eppure sente che gli manca da sempre qualcosa. Olivia irrompe nella sua vita come una ventata d'aria fresca, che lo rinvigorisce e gli fa aprire gli occhi e il cuore. La loro relazione, nata come una piccola follia momentanea, diventa in breve qualcosa di più serio, di irrinunciabile. Eppure, Nicholas non può dimenticare chi è e quale sia il futuro che lo aspetta. Ecco perché è continuamente tormentato dalla paura che, prima o poi, gli toccherà svegliarsi da quel bellissimo sogno, dovendo rinunciare a quello che sicuramente è l'amore vero. Ma sarà disposto a perdere l'unica cosa veramente bella che gli sia mai capitata nella vita? Che sacrifici dovrà compiere per non deludere nessuno?
Emma Chase ci racconta una storia che è un po' una fiaba moderna e lo fa con ironia e charme. Ho molto apprezzato il fatto che si sia ispirata ai veri reali inglesi per i suoi personaggi, dando vita persino ad un regno nuovo ma familiare. Nicholas è un personaggio intrigante e irriverente, in linea con tutti i personaggi maschili della Chase. E Olivia è una ragazza molto comune, in cui rispecchiarsi facilmente, che un bel giorno si ritrova proiettata in un mondo fantastico e allo stesso tempo spaventoso. Una storia d'amore bella e stuzzicante, condita da scene molto hot nel tipico stile dell'autrice, che però non sfocia mai nel volgare. I cliché abbondano, purtroppo, e forse questo mi ha un po' rammaricato, perché da un romanzo partito in quinta, con un'idea molto originale, mi aspettavo si arrivasse alla fine con la stessa marcia. Invece ho notato degli alti e bassi, soprattutto a metà romanzo, anche se, nelle ultime pagine, c'è stata una bella impennata con una delle dichiarazioni più belle che abbia mai letto. Inaspettata, romantica e sdolcinata. Insomma, Emma Chase è una lettura piacevole, se siete alla ricerca di qualcosa di spassoso e non troppo impegnativo. Con Amore reale è garantito anche il lieto fine, quindi cosa potete desiderare di più? ;P Buona lettura!

Voto: 3,5/4 tazzine. Una bella storia d'amore, anche se un po' scontata.

A presto!
xoxo

4 commenti:

  1. Diciamo che non è il genere di libri che prediligo, però come lettura non sembra male. Magari potrei cogliere l'occasione per esplorare di più anche questo genere letterario! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piace leggere romance più leggeri ogni tanto, e poi l'ho cominciato per curiosità e finito prima di rendermene conto :P Per farti capire come tirava...

      Elimina
  2. come lettura sarà anche particolare, ma non è decisamente il tipo di libro per cui vado matta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non dispiace il genere, lo leggo quando proprio ho bisogno di staccare con qualcosa di leggero e poco impegnativo. Un romanzo così è sempre l'ideale :)

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)