Recensioni

martedì 23 febbraio 2016

Recensione: "Vertigine" di Sophie Jomain

Buon pomeriggio, miei cari lettori! ^^
Eccomi, finalmente, a parlarvi di un romanzo terminato di leggere già qualche settimana fa. Un romanzo carino, primo di una nuova serie urban-fantasy young adult, pubblicato nella nuova collana per ragazzi di Fazi Editore. Si tratta di un romanzo che ha avuto grande successo in Francia, una storia che sono certa piacerà a tutte le amanti della Twilight Saga, pubblicata in Italia proprio da Fazi. Tanta suspense, elementi soprannaturali e uno scenario da sogno sono gli ingredienti di "Vertigine", di Sophie Jomain. Ringrazio immensamente la casa editrice per avermi dato l'opportunità di leggere il romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Vertigine
di Sophie Jomain


Titolo originale: Vertige
Serie: Le Stelle di Noss Head #1
Prezzo: 13,50 euro

Pagine: 300
Genere: young adult, urban-fantasy, paranormal romance
Editore: Fazi Editore (collana LainYa)
Data di pubblicazione: 11 Febbraio 2016


All’alba dei diciotto anni, Hannah è semplicemente furiosa all’idea di lasciare Parigi per trascorrere un’altra vacanza estiva a Wick, la piccola cittadina a nord della Scozia dove vive la nonna. Per una ragazza della sua età, abituata alla frenesia della metropoli, non esiste posto più noioso. A risollevarle il morale, per fortuna, ci sono le vecchie amicizie ma anche le nuove conoscenze, fra cui il misterioso Leith, dalla bellezza statuaria e dal fascino irresistibile. Non importa se su di lui circolano strane voci: l’attrazione è immediata, reciproca e incontenibile. Per Hannah sembra che stia iniziando la storia d’amore che tutte le ragazze sognano, ma ogni fiaba che si rispetti ha il suo lato oscuro, e quella della giovane si sta per trasformare in un incubo. Fra antichi racconti e creature straordinarie, sullo sfondo del suggestivo paesaggio delle lande scozzesi e delle coste del Mare del Nord, Vertigine coinvolge il lettore in una sto- ria avvincente che soffia sul fuoco del mito, facendo divampare le fiamme della leggenda e della passione. Una trama emozionante unita a una scrittura ipnotica che vibra della scoperta del primo amore sul filo incredibile della magia. Perché le fiabe a volte sono più reali di quanto pensiamo.

<<Mi sono nascosto tutta la vita, ho combattuto per non dover rivelare chi sono. Con te ho la sensazione di poter essere me stesso.>>


Ho aspettato con ansia l'uscita di questo romanzo, attirata dalla trama molto intrigante e dalla bella copertina italiana. Questo primo volume di una nuova saga young adult, Le stelle di Noss Head, di grande successo in Francia, sembrava decisamente urlarmi di essere letto. Non ho resistito, lo ammetto. E il fatto che venisse paragonato a Twilight mi ha incuriosita, volevo scoprire quanto di simile ci fosse con una delle saghe che ho amato di più da ragazzina. La Fazi ci regala una nuova, affascinante storia che si snoda tra antiche superstizioni e luoghi da favola, una storia d'amore tenera e coinvolgente che molto ricorda quella di Edward e Bella, ma che per molti altri aspetti se ne distacca. La protagonista del romanzo è la giovane Hannah, che parte con i genitori per la consueta vacanza estiva a Wick, una cittadina scozzese in cui abita la nonna. Hannah ama la sua Parigi, caotica e popolata, e trova Wick un posto abbastanza noioso, per non parlare del fatto che dovrà stare lontana dalla sua migliore amica. Ma una volta a Wick le sorprese non mancheranno. In aeroporto conoscerà un ragazzo bellissimo che, in pochi istanti, catturerà la sua attenzione e le lascerà un intrigante ricordo di sé. Quando più avanti lo incontrerà di nuovo, si renderà conto che il destino sta cercando di dirle sicuramente qualcosa. Ma cosa? Chi è questo ragazzo tanto misterioso che rivede ovunque e perché Hannah si sente tanto attratta da lui? Leith Sutherland è una vera e propria tentazione, bello in modo assurdo, elegante, impulsivo e seducente. S'insinua nella sua vita in maniera del tutto naturale, spiazzando Hannah, che se ne invaghisce immediatamente, nonostante vorrebbe stargli lontano, nonostante circolino su di lui voci strane che dovrebbero metterla in guardia. Leith nasconde un grande e oscuro segreto e Hannah sarà disposta ad accettarlo, anche se questo vorrebbe dire mettersi in pericolo e rivedere ogni sua certezza? Sarà pronta a mettersi in gioco, a rischiare tutto per qualcuno che nemmeno conosce?
Ciò che tiene il lettore incollato alle pagine di questa storia è certamente il mistero che circonda il protagonista. L'autrice riesce a renderlo un personaggio interessante, sebbene rispecchi molti cliché tipici del genere young adult. La novità vera e propria è forse la mitologia che ruota intorno alle creature cui la Jomain ha dato vita, cinque diverse tipologie di lupi mannari con caratteristiche distinte, che l'autrice descrive con cura di particolari. E' stato piacevole esplorare questo lato della sua fantasia, che ha contribuito a dare un tocco di originalità alla storia e a renderla stuzzicante agli occhi del lettore. Una mitologia tutta nuova, che non ha nulla a che vedere con ciò che mi è capitato di leggere fino ad ora su queste creature soprannaturali. Oltre questo piacevole aspetto, non spiccano molte altre novità nel primo libro di una serie che si propone come il nuovo Twilight ma che sono certa migliorerà nei seguiti. Ma una nota assolutamente positiva devo esprimerla sull'ambientazione del romanzo, che si snoda per magnifici scenari della Scozia. Ho amato ogni luogo descritto dall'autrice. E ho sinceramente apprezzato la scelta di ambientare il romanzo in queste favolose terre, che si prestano perfettamente, secondo me, ad una storia del genere, una storia ricca di mistero e magia. Quale terra, più della Scozia, potrebbe esprimere così tanto fascino? 
Lo stile dell'autrice non è particolarmente articolato e complesso, ma semplice, fresco, giovanile. La storia si legge d'un fiato, un incoraggiamento per chi è alla ricerca di un romanzo leggero e poco impegnativo, per chi cerca una lettura rilassante, appassionante al punto giusto, romantica e misteriosa. Nonostante mi aspettassi molto di più - una storia decisamente più intricata - devo dire che si è rivelato un buon esordio. Gli spunti richiameranno anche a Twilight, a cui l'autrice stessa ha ammesso di essersi ispirata, ma leggendo la storia si evince anche quanto sia pronta a decollare verso una realtà ben diversa, fatta di strade nuove e inesplorate, avventure appassionanti e amori che lasciano senza fiato. La serie è composta da cinque libri ed è prevista la pubblicazione dell'intera serie da parte della Fazi. Non posso che emozionarmi di fronte a questa prospettiva. Leggere Vertigine mi ha riportata in un certo senso indietro nel tempo, a rivivere i turbamenti giovanili e le tensioni per i primi amori. Hannah è una ragazza intraprendente e vivace, ma anche molto ingenua per certi aspetti, così come molte adolescenti della sua età. E' facile rispecchiarsi in lei, rivedersi nelle sue insicurezze ma anche nelle sue convinzioni. La sua vita viene improvvisamente stravolta, eppure riuscirà a tirar fuori tutto il suo coraggio e ad accantonare le paure, pur di vivere fino in fondo l'esperienza più significativa della sua vita. I suoi batticuori per il bel Leith, i suoi dubbi di fronte alle difficili scelte che le vengono poste davanti, le novità che si trova ad affrontare all'improvviso e i segreti che le vengono rivelati, sono solo una parte di ciò che vi aspetta. Questo romanzo ha tanto buon potenziale e, tra passione, magia, spettacolari paesaggi e verità nascoste, non vi annoierete di certo. Aspetto con ansia i seguiti, sono certa che si riveleranno molto interessanti, se l'autrice avrà saputo giocare bene le sue carte.

Voto: 3 tazzine! Una storia semplice e magica. 

A presto!
xoxo











11 commenti:

  1. Splendida recensione tesoro!! Condivido pienamente le tue opinioni!! Questo primo libro poi mi è saputo tanto di contorno, vedremo negli altri! Fai sempre un ottimo lavoro, se non lo avessi già letto mi avresti convinta :D ti lovvo <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a me è sembrato più un libro introduttivo. Mi aspetto tanto dai prossimi, vedremo.. Grazie, come sempre, per i complimenti! <3 <3 <3

      Elimina
  2. L'ho appena finito di leggere. Non mi ha entusiasmato. Narrazione troppo veloce che non si sofferma sui piccoli particolari, l'autrice salta da una scena all'altra senza lasciare il tempo di assimilare cosa si ha appena letto. Un amore che sboccia senza un motivo apparente. carino, si, ma quasi non credibile. Mah! Uffa. Speravo veramente mi piacesse!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io mi aspettavo decisamente di più, ma alla fine si è rivelato un romanzo carino, senza pretese. E' solo l'inizio della saga, però, mi ha dato l'impressione di avere in serbo molto altro da raccontare... Vedremo se sarà così!

      Elimina
  3. A me questo libro ha fatto storcere decisamente il naso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna vedere cosa ci riserverà l'autrice nei seguiti. Io ci vedo del buon potenziale e potrebbe riservare belle sorprese..

      Elimina
  4. Sono titubante su questo libro per le somiglianze con Twilight, ma credo proprio che lo leggerò, mi hai convinta =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono tantissimi i libri che ricordano Twilight, molte autrici si sono ispirate a quella saga, ma ciò non vuol dire che non meritino. Dovresti dargli una possibilità, potresti trovarlo interessante ;)

      Elimina
  5. sono molto incuriosita da questo libro, per tutti i motivi che hanno spinto anche a te a leggerlo. Spero di farlo presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, non ho saputo resistere e sono ancora più curiosa di leggere i seguiti!

      Elimina
  6. Le similitudini a Twilight sono molto evidenti, anch'io ero incuriosita dalla trama e appena l'ho avuto in mano l'ho letto. La scrittura è molto scorrevole però devo dire che la storia non mi ha entusiasmata parecchio

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)