Recensioni

sabato 16 maggio 2015

Recensione: "Incantesimo" di Rachel Hawkins

Eccomi con una nuova recensione per voi! :)
Non ho proprio resistito al richiamo di "Incantesimo", il romanzo di Rachel Hawkins uscito per Newton&Compton e che ho atteso con molta impazienza. L'ho acquistato quasi subito dopo l'uscita e l'ho letto in un momento in cui avevo voglia di una lettura che mi facesse evadere un bel po' dalla realtà. Devo dire che ha funzionato benissimo! Ho letto Incantesimo in meno di una giornata e mi ha aiutata a ritrovare il buon umore. Una lettura leggera e vivace che vi consiglio assolutamente!

Incantesimo
di Rachel Hawkins


Titolo originale: Hex Hall
Serie: Hex Hall #1
Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 253
Genere: fantasy, young adult
Editore: Newton & Compton



Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare. Tre anni fa, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo, durante il ballo scolastico, ha causato dei danni e portato grande scompiglio, il padre ha deciso di spedirla in una scuola per ragazzi “speciali”, il Prodigium. I suoi compagni sono streghe, fate, licantropi e vampiri. Eppure Sophie non riesce ad ambientarsi: le altre streghe come lei sono solo superficiali e viziate, ha una cotta non corrisposta per un giovane mago, un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata, nonché l’unico vampiro, di tutta la scuola. E, come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che una setta segreta vuole uccidere tutti gli allievi del Prodigium. E lei è la prima della lista.

<<Stavo solo riflettendo. Cavolo, Sophie, è soltanto il tuo primo giorno e sei già diventata amica dell'emarginata della scuola, hai fatto arrabbiare le ragazze più popolari della Hecate e ti sei presa una cotta niente male per il ragazzo più carino. Se riesci a farti mettere in punizione entro domani diventerai una specie di leggenda.>>


Era da tantissimo tempo che desideravo leggere questo libro, decisa prima o poi ad acquistarlo in lingua originale e scoprire anch'io se fosse carino quanto si diceva. Ma ho rimandato così tanto l'acquisto che, alla fine, il romanzo è uscito in Italia - con mia immensa gioia e sorpresa - e ho aspettato questa edizione con emozione. Sin dai primi capitoli di Incantesimo mi sono resa conto che era proprio il genere di lettura che mi ci voleva e che sarei andata molto d'accordo con la Hawkins. Il romanzo è davvero speciale e si mescolano alla perfezione intrigo e ironia. Il suo punto forte è sicuramente la vena sarcastica della protagonista, colei che narra le vicende in prima persona e che impariamo ad amare da subito. Sophie Mercer è una strega, ma ha un po' di problemi nel gestire il suo potere. Più di una volta la sua sbadataggine l'ha costretta a cambiare scuola, addirittura città. E' maldestra e buffa e, per colpa di un incantesimo d'amore mal riuscito, le toccherà nuovamente fare le valigie. Ma, stavolta, la destinazione è Hecate Hall, una scuola per giovani Prodigium, in cui questi imparano quanto c'è da sapere sui poteri che possiedono, ma anche come usarli con discrezione, senza attirare l'attenzione degli umani. Sophie non è molto entusiasta all'idea di frequentare questa scuola, ma il padre, uno stregone che fa parte del Consiglio, l'ha praticamente costretta. E così, si ritrova a dover condividere le sue giornate con altre streghe come lei, ma anche con mutaforma, fate e... vampiri! Non credo di aver mai letto un romanzo in cui comparissero così tante creature leggendarie insieme ed ecco perché Incantesimo mi ha davvero colpito. L'ho trovato originale, oltre che molto divertente. Sophie è una protagonista davvero magnifica e scopriremo come, da semplice strega un po' imbranata, arriverà a diventare qualcosa di più. Perché lei non è solo una semplice strega e questo segreto sarà uno dei temi fondamentali del romanzo. Chi è, in realtà, Sophie Mercer e qual è il suo destino?
Ovviamente, come in ogni young adult che si rispetti, anche in Incantesimo, c'è un protagonista maschile da far girare la testa, non solo alla protagonista, ma anche alle lettrici. In questo caso si tratta di Archer Cross, giovane stregone molto sicuro di sé, che creerà sin da subito diversi problemi a Sophie. Ma lui non è l'unico a metterle il bastone tra le ruote e c'è un motivo per cui Sophie si sente disprezzata da tutti e presto lo scoprirà, nel frattempo, però, dovrà anche indagare su dei terribili episodi che si verificano nella scuola, episodi che hanno anche condotto alla morte di una ragazza e che rischiano di causarne delle altre. Tutti nella scuola vogliono dare la colpa ai vampiri, creature che sono entrate da poco a far parte del progetto Prodigium, ma Sophie non ha nessuna intenzione di assecondare chi vorrebbe condannare la sua compagna di stanza Jenna, una vampira molto dolce e simpatica, con la passione per il rosa (che porta anche sui capelli :P) Ma le tre streghe oscure che le si sono messe contro sono molto potenti e agguerrite e a capitanarle è la bellissima Elody, che tra l'altro, è anche la fidanzata di Archer. Le cose andranno peggiorando quando, oltre che dalle aggressioni, Sophie dovrà guardarsi dall'attrazione per Archer e da una presenza, nell'istituto, che sembra letteralmente tenerla d'occhio. Chi è quella misteriosa ragazza col vestito verde? E cosa vuole da lei? Come se non bastasse, ci sono dei pericolosi nemici che cercano da sempre e in ogni modo di arrivare ai Prodigium. Il loro scopo è eliminarli e per farlo usano metodi piuttosto violenti. Si tratta di cacciatori che hanno sede in Italia e che si fanno chiamare L'Occhio di Dio e c'è il serio timore che qualcuno di loro possa essere più vicino di quanto si pensi.
Ho letto questo romanzo tutto d'un fiato, non riuscivo davvero a staccarmene, tanto l'ho trovato adorabile! Lo stile della Hawkins, per la sua leggerezza e la magnifica ironia, mi ha un po' ricordato i romanzi di Kirsten Gier, in particolare la Trilogia dei Sogni, sebbene l'argomento sia molto diverso. Ho adorato l'idea di una scuola per ragazzi "speciali" - un po' alla X-Men - in cui imparare a usare con cautela i propri poteri, così come ho trovato geniali le dinamiche tra creature diverse, le discordie che sembrano collocarsi lontane nel tempo, ma che continuano a esistere anche all'interno di un luogo in cui tutti dovrebbero convivere pacificamente.
L'ambientazione, nonostante sia sempre la stessa, non mi ha mai annoiato, perché l'autrice è riuscita comunque a creare azione e a non appesantire mai l'intreccio. Il fatto che ci fosse anche un mistero da risolvere, ha reso il tutto più godibile e ha aumentato la mia curiosità. E poi, beh, come resistere al fascino del rapporto di amore-odio tra Sophie e Archer, due ragazzi che affilano il sarcasmo ogni volta che devono condividere una stanza, ma che sanno anche creare una tale tensione emotiva da lasciarti senza fiato! Tra i personaggi secondari, ho sicuramente apprezzato molto Jenna, mi sono affezionata a lei, forse per via dei suoi problemi a relazionarsi (giuro che non l'ho adorata solo perché ama il rosa! :P), ma anche perché l'ho vista come una creatura che vuole riscattarsi dall'idea che tutti hanno di lei, è un vampiro ma sensibile e ingenuo, e mi ha fatto una gran tenerezza. Anche Cal è un personaggio che mi ha colpito (figuriamoci se non mi colpiva uno così! :P). Cal è uno stregone che ha il potere della guarigione e, dopo aver finito la scuola, ha deciso di offrire i suoi servigi al Consiglio, che ha voluto continuasse a restare alla Hecate Hall, ma nel ruolo di custode. Beh, a parte tutto questo, c'è da dire che è anche molto carino, il che non guasta mai. Non ha un ruolo molto centrale in questo romanzo, ma sono sicura che la Hakwins non ha inserito un personaggio del genere nella sua serie solo per lasciargli fare la comparsa. Non so se mi spiego.. :P Quindi, mi aspetto faville dai seguiti, non solo con Archer, ma anche con Cal! (eh sì, ogni tanto i triangoli amorosi li pretendo anch'io, che ci volete fare?) Sono contentissima che la Newton&Compton abbia portato in Italia questa serie, è davvero uno spasso, è quello che ci vuole quando hai bisogno di un fantasy leggero per staccare la spina e passare delle ore rilassanti. La storia non è complessa, ma ci si affeziona al luogo, ai personaggi e all'atmosfera magica che si respira. Tra incantesimi, fantasmi, segreti e grossi misteri, questo romanzo saprà sicuramente conquistarvi!

Voto: 4 tazzine! Pretendo al più presto il seguito, ho troppa voglia di sapere cosa accadrà adesso!

A presto!
xoxo





10 commenti:

  1. Awww che bella recensione Franci :3 proprio ciò che mi serviva! Credo proprio che sia arrivato il momento di lasciarmi andare a Incantesimo, mi ispira così tanto e poi la tua recensione mi ha convinta ancor di più! Grazie :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, cara! *-* Lasciati andare, vedrai che si rivelerà una lettura all'altezza...

      Elimina
  2. Ciao Franci! Anche io ho letto questo libro e mi trovo assolutamente d'accordo con te. Mi ha dato il buonumore e mi ha permesso di staccare la spina dalle solite preoccupazioni che mi attanagliano la testa. È un libro che si lascia leggere facilmente, tutto d'un fiato, è leggero e divertente, e proprio per questo è difficile non apprezzarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente! Anch'io l'ho trovato un libro ideale per staccare la spina, fantasioso e romantico al punto giusto! Adesso aspetto il seguitoooooo!!

      Elimina
  3. Franci bellissima recensione....
    Anche a me è piaciuto tanto questo libro ma secondo me l'autrice e la storia possono dare ancora molto... Archer non me la racconta giusta e, come te, penso che il personaggio di Cal nei prossimi libri diventerà sempre più importante. Aspettiamo presto il seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie francesca!! **
      Sì, penso che l'autrice abbia ancora diverse carte da giocare, ma come primo libro di una serie non c'è male! E voglio saperne di più su Cal!!

      Elimina
  4. che bella recensione! Io sono sempre alla ricerca di qualcosa di allegro e leggero, e già mi ispirava, grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, con questo vai sul sicuro, credimi! Se ti piace poi il tocco di magia, puoi stare certa che lo adorerai :)

      Elimina
  5. Oddio che testa che ho! credevo di aver lasciato un commento! -__-
    Comunque sono contenta che ti sia piaciuto!! È davvero un libro molto carino e spero nei prossimi libri di leggere qualcosa in più su Cal, è un personaggio affascinante e sono certa anche io che ne vedremo delle belle! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, come resistere al fascino del custode con l'ascia in mano! :P Ahahah speriamo arrivi presto il seguito, sono molto curiosa!! *_*

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)