Recensioni

mercoledì 3 luglio 2013

Recensione: "Il confine di un attimo" di J.A. Redmerski

Un viaggio per ritrovare se stessi e scoprire quanto sia bello poter vivere senza alcuna regola, senza nessuno che ti dice cosa fare, cosa dire, come comportarti... Un viaggio che nasce come fuga e che diventa, alla fine, una ragione di vita...
Il confine di un attimo ha fatto breccia nel mio cuore e mi ha fatto comprendere il significato intenso del vivere alla giornata, attimo per attimo. E' un'opera bellissima e commovente, migliore di molti new adult in circolazione, e che consiglio vivamente. Se vi fidate un po' di me, credetemi: lo amerete. Ringrazio l'addetta della casa editrice per la copia ebook inviatami :)

Il confine di un attimo
di J.A. Redmerski


Titolo originale: The edge of never
Serie: The edge of never #1
Prezzo: 14,90
Pagine: 436
Editore: Fabbri (collana Life)

Camryn Bennett, vent'anni, non è certo il tipo da restare ingabbiata in una vita ripetitiva sempre uguale a se stessa. Ma da quando il suo ragazzo è morto in un terribile incidente, niente sembra più importarle davvero... Dopo che anche la sua migliore amica le volta le spalle, Camryn salta su un autobus, con solo un telefono cellulare e una piccola borsa, decisa a fuggire da tutti coloro che la vogliono incasellare in una vita che non le appartiene. Nel viaggio incontra un ragazzo di nome Andrew Parrish, un tipo non molto diverso da lei, da cui si sente irresistibilmente attratta. Andrew vive la vita come se non ci fosse domani: la provoca, la diverte, la protegge, la seduce, le insegna ad assaporare ogni singolo momento e ad ascoltare le sue emozioni più profonde, i suoi desideri più veri e inconfessati. Ben presto diventa il centro della sua vita. Ma Camryn ha giurato di non lasciarsi andare mai più, di non innamorarsi mai più... E il segreto che Andrew nasconde li spingerà irrimediabilmente insieme o li distruggerà per sempre?

Mollare tutto e partire, intraprendere un viaggio che non sai dove ti porterà, né cosa ti regalerà. E' questo che fa la protagonista del romanzo, Camryn Bennet, la cui vita è un accumulo di problemi e pensieri negativi dai quali vuole a tutti i costi allontanarsi: la morte del fidanzato Ian, il tradimento del suo secondo ragazzo, il fratello in carcere, il divorzio dei suoi genitori, un litigio con la migliore amica... Camryn non riesce a tollerare altro e decide di lanciarsi in un'avventura che aveva programmato insieme a Ian, prima che lui perdesse la vita in un incidente stradale. E' una scelta avventata e irrazionale, per una come lei abituata a non eccedere mai, a non lasciarsi andare, a non assecondare le proprie esigenze. Nulla per lei sembra avere più un senso e, forse, solo quell'imprevedibile viaggio può farle trovare il senso che cerca. Senza avvisare nessuno e con un piccolo bagaglio in spalla, Camryn prende un autobus per una meta qualunque, seguendo l'istinto, o assecondando, probabilmente, un segno del destino... E sarà proprio su questo autobus che conoscerà Andrew Parrish, un ragazzo bello e misterioso che riesce, contro ogni sua previsione, ad attrarla e a conquistarne la fiducia, poco alla volta. Sin da subito si evince la diversità dei due protagonisti. Lei è molto restia a esprimere ciò che prova, ciò di cui ha bisogno, lui invece sembra vivere di quello, di spontaneità e disinvoltura, di tutto ciò che desidera. Andrew sa vivere alla giornata, non è uno che fa programmi, non è uno che si preoccupa del giudizio altrui. Camryn è l'esatto opposto. Eppure, Andrew riesce ad intravedere in lei una luce, qualcosa di irresistibilmente attraente, che non gli permette di starle lontano, neanche per un attimo. E' come se quella ragazza avesse bisogno di lui e lui di lei. Camryn non ne è consapevole all'inizio, ma la vicinanza di Andrew le dà la sicurezza di cui ha bisogno e la fa stare bene. Il suo modo di fare è talmente accattivante e seducente che lei non può non restarne ammaliata. Tutto di lui, lentamente, le piacerà, ma le emozioni che inizia a provare sono qualcosa da cui preferisce tenersi alla larga. Camryn non intende più innamorarsi, non intende più soffrire. Non ha bisogno di un'altra delusione nella sua vita. E così, si oppone con tutta se stessa a qualcosa di assolutamente incontrollabile, ad un sentimento che cresce ogni giorno che passa accanto a Andrew, che impara a conoscerlo. Lui le insegna a vivere. Lui la fa sentire viva per la prima volta nella sua vita. Le dà tutto ciò che lei non ha mai avuto, né mai preteso. Dà un senso a tutto. Diventa il suo tutto. Riesce a leggerle dentro e ad instaurare con lei un rapporto di profonda fiducia e sintonia. Diventa la sua speciale guardia personale, il suo maestro di vita, il suo amico, il suo confidente, e molto di più. La sfida, la provoca, la conquista... la cambia. Le regala magici e inaspettati momenti, pieni di risate, di piccole follie, di tentazioni. Ma la tentazione più grande è qualcosa di imprevedibile per entrambi. Un sentimento così sconvolgente che li mette di fronte ad una verità inconfutabile...
E' davvero magnifica l'evoluzione dei due protagonisti. All'inizio del romanzo appaiono come due anime perse, entrambi in fuga da qualcosa che li tormenta. Camryn vorrebbe lasciarsi i problemi alle spalle, Andrew vorrebbe non pensare a dove lo porterà il suo viaggio.  Ma nel momento in cui si conoscono sembra che ogni cosa acquisti un significato. Come se fossero destinati a quell'incontro da tutta la vita... Due compagni di viaggio che crescono insieme e si compensano a vicenda, che, pagina dopo pagina, tireranno via da sotto la cenere quella piccola, ardente fiamma nascosta, una reciproca attrazione, un impulso che ha bisogno di essere assecondato. Grazie alla dolce intraprendenza di Andrew, Camryn riuscirà ad essere totalmente se stessa. Riuscirà a liberare la sua vera personalità, ad avere il coraggio di vivere, di fare degli errori, di non essere perfetta, di essere una ragazza di vent'anni che può avere paura del dolore e dei drammi. Fuggire da essi non aiuta, ma quando si presentano bisogna affrontarli a testa alta e con coraggio. E Camryn ci riuscirà. Riuscirà a superare prove difficili lungo la strada, riuscirà a perdonare, ma soprattutto a sopportare il sacrificio e l'angoscia dovuti al segreto di Andrew, un segreto che verrà rivelato solo alla fine e che vi lascerà senza respiro... L'incontro con Andrew e l'intero viaggio rappresentano per Camryn una tappa importante, un evento che la cambia nel profondo. Non esisteranno più regole, perché verranno infrante una ad una, gli impulsi liberati, insieme ad una passione impossibile da controllare. 
 Tutto in questo romanzo riesce ad incantare il lettore. E' tenero, intenso e struggente, ma anche ironico ed eccitante! Lo stile dell'autrice è fresco e piacevole e ogni capitolo si divora, letteralmente. Ho amato il modo in cui riesce a descrivere con precisione l'interiorità dei personaggi, ogni sensazione è realmente palpabile e ti si attacca addosso senza dar segno di volerti abbandonare. Ancora adesso, a qualche giorno dal termine di questa lettura, mi ritrovo a pensare a Camryn, Andrew e alla loro audacia, a ciò che li ha spinti a partire, al percorso che fanno e a quali sono diventate infine le loro priorità... Vivere ogni giorno come fosse l'ultimo è qualcosa che ognuno di noi dovrebbe fare, per assaporare pienamente il senso di ciò che ci circonda. Solo abbandonando ogni remora e non avendo paura di essere noi stessi, di dire la nostra e di sognare, saremo realmente liberi e vivi. E felici. Andrew lo insegna a Camryn e l'autrice lo insegna a noi.
La libertà è un viaggio inaspettato, fatto di incontri inaspettati, di abitudini fuori dall'ordinario, di scelte sfrontate, di emozioni rivelate. La libertà è pioggia sul viso, è non piegare i vestiti, è cantare a squarciagola canzoni rock anni '70. E' uscire dagli schemi, oltrepassare di tanto in tanto i limiti. E' fare ciò che ci suggerisce il cuore. Il confine di un attimo è un romanzo ricco di sentimenti veri, è un romanzo che fa battere il cuore e che poi quel cuore riesce anche a strapparcelo via. Può regalare momenti di gioia infinita, ma anche di incolmabile frustrazione, ma, alla fine, può semplicemente insegnare che la vita è fatta di tanti momenti, belli o brutti che siano, e che ognuno di essi va vissuto pienamente. Carpe diem, è questo il motto del protagonista, è questo il suo stile di vita. Uno stile allettante per chiunque riesca a scorgerne in questo romanzo la bellezza. Rimarrete avvinghiati a questo libro, come ad un incredibile sogno. Un sogno on the road, con una splendida colonna sonora e due protagonisti capaci di farvi provare ogni tipo di emozione.
Se siete pronti a mettere in discussione tutto ciò in cui credete, allora questa lettura ve la consiglio davvero!

Voto: 4.5, un romanzo da leggere e rileggere!








4 commenti:

  1. Voglio proprio leggerlo anch'io :)

    RispondiElimina
  2. Sto addocchiando questo libro da un po' e la tua recensione... wow! Un'altra conferma!
    Voglio assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggilo, Alessandra... vedrai che ti piacerà!;)

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)