Ultime recensioni

martedì 2 aprile 2013

Recensione: "La bambina senza cuore" di Emanuela Valentini

Lasciate ogni speranza voi che leggete, perché di storie così non è facile incontrarne!
Se pensate che La bambina senza cuore sia un romanzo come tanti altri e che non abbia nulla di nuovo da dire ma elementi riscontrabili altrove, vi sbagliate di grosso.
Leggo da un tempo ormai incalcolabile e in tutti questi anni non mi era mai capitato di imbattermi in un romanzo del genere! La sua originalità mi ha rapita, non sono riuscita a staccarmi dal kindle (ho passato la Pasquetta in casa a leggere, se proprio volete saperlo!) e, alla fine, posso dire che lo stato di beatitudine in cui mi trovo adesso mi ha ripagato di tutto. Quando un romanzo riesce a farmi quest'effetto, allora c'è da fidarsi... è qualcosa di unico!

La bambina senza cuore
di Emanuela Valentini

<<La danza delle certezze pareva aver cambiato i suoi passi. A Whisperwood la vita non era più vita e la morte non era più morte.>>


Prezzo: 0,00 euro
Pagine: 282
Versione: Digitale (pdf, epub, mobi, epub3)
Editore: Spechless Books
Data di pubblicazione: 25 Marzo 2013 (in ebook)
Downloadscarica il romanzo

Whisperwood, 1890. Lola, dodici anni, si risveglia nella buca di neve in cui è stata sepolta. Non ricorda nulla. Sul suo petto una ferita aperta, testimone di un gesto efferato. Whisperwood, 1990. La vita di Nathan, quattordici anni, cambia la sera in cui decide di infrangere il coprifuoco che vige a Whisperwood. L’incontro con Lola, la pallida fanciulla che abita in un cimitero in rovina con un angelo di marmo, un gargoyle e un poeta dall’animo inquieto, sconvolgerà la sua esistenza per sempre. Un viaggio a ritroso nelle pieghe del tempo. Un’antica maledizione. Un tortuoso percorso verso la verità.

Non appena è stata annunciata l'uscita de La bambina senza cuore, ho subito capito che avrei dovuto leggerlo e che lo avrei amato. La promozione lo descriveva come "una fiaba dark che ricorda le atmosfere decadenti e oniriche di Tim Burton e Neil Gaiman"... Ebbene, quanti di voi si sono chiesti: "Ma sarà vero?"?. Adesso, a lettura conclusa, posso dirvela io la verità: tutto ciò che è stato detto su questo libro è assolutamente autentico, anzi io avrei osato anche di più! Tim Burton sarebbe fiero di Emanuela Valentini se potesse leggere la sua storia, Gaiman ne vorrebbe scrivere una a quattro mani con lei, mentre io... beh, io sono ufficialmente diventata una sua grande ammiratrice e, oltre a riempirla di complimenti, posso solo dirle: "Continua così!"

Wisperwood è un piccolo villaggio nelle vicinanze di Londra. Apparentemente normale, con le sue case a punta e circondato da boschi, è un luogo cupo, fortemente attaccato alle tradizioni, al passato, e teatro di superstizioni insite nella gente che vi abita. Il sindaco, William Morris, è un uomo rigido e tormentato, un uomo che non dedica al figlio Nathan le attenzioni che dovrebbe, un uomo egoista, dedito solo a se stesso e alle sue preoccupazioni: una maledizione ereditata dai suoi avi che sta per abbattersi su di lui. 
A questa storia se ne intreccia un'altra, una terribile, legata a una bambina di dodici anni, senza cuore, che "infesta" il piccolo cimitero degli immorali, sull'isolotto del lago Whisper. Lei è Lola, figlia di strega, sospesa in un limbo tra la vita e la morte. Non ha ricordi, ma sorprendenti capacità: riesce a risvegliare gli spiriti sopiti di quel luogo, riesce a dar vita persino a un gargoyle di pietra e alla statua gigante di un angelo che, insieme a un invisibile Poeta dal passato misterioso, diverranno i suoi più cari amici.
A Whisperwood nessuno ha il permesso di uscire di sera, quando le tenebre inghiottono il villaggio e creature spaventose si aggirano per la foresta, aggredendo chiunque voglia inoltrarvisi. Misteriose morti e scomparse pesano sul suo passato, pettegolezzi inquietanti aleggiano da tempo immemore, un luogo splendido ma spaventoso, Whisperwood (mai scelta di nome fu più azzeccata!:P).
Nathan, dopo l'ennesimo litigio col padre, trascura questa regola e fugge, in piena notte, di casa. Quando si imbatterà nel peggior incubo di ogni abitante di Whisperwood, temendo per la sua vita, si renderà, però, conto che qualcuno l'ha salvato. Sarà questa terrificante avventura a permettergli di conoscere Lola, la bellissima bambina che abita nel cimitero presso il lago Whisper. Lei e i suoi amici si presenteranno a lui, bravo ragazzo di cui ci si può fidare, e da quel momento qualcosa cambierà...
Lola, grazie a Nathan, riassaporerà piccolissime dosi di ricordi perduti, Nathan scoprirà, invece, quanto il suo destino sia inconsapevolmente legato a quello di Lola...
Nulla sarà più come prima. Un meccanismo rivelatore è stato innescato, l'amicizia tra i due ragazzi li guiderà verso la verità, l'unica che possa salvarli entrambi da una sorte amara. Riusciranno a sfidare la malvagità dell'uomo e a far trionfare la bontà?

La storia è narrata con un piglio maturo e sublime, l'autrice lascia emergere la sua passione non solo per la scrittura ma anche per l'argomento narrato: una favola antica, di struggente bellezza, una storia straordinaria e originale, che trasporta il lettore in un mondo d'incanti  e poesia. In un mondo malinconicamente romantico, dove le tetre atmosfere descritte sono sipario di vicende terribili, ma allo stesso tempo squisitamente straordinarie. Non c'è nulla che non sia fuori dall'ordinario in questo romanzo, accadono cose strane e il lettore è portato a porsi numerose domande, mentre la storia sfila sotto i suoi occhi, s'intreccia, e diventa sempre più difficile districarsi dalle sue parole, così affascinanti ed evocative. I personaggi sono tutti ben descritti e peculiari, restano impressi per le loro caratteristiche, ma sono soprattutto sorprendenti vicoli di messaggi importanti. A volte, quando un romanzo è scritto davvero bene, si ha la fortuna di incappare in piccole lezioni di vita che vanno colte come fossero fragili fiori e custodite con cura nel cuore. Beh, questo è uno di quei casi. Questa storia parla direttamente al cuore ed è impossibile rifiutarsi di ascoltarne la voce. Vi è l'innocenza di una ragazza strappata via con crudeltà. Vi sono agghiaccianti superstizioni frutto soltanto del male covato e mai superato. Vi è la chiusura verso tutto ciò che fa paura, quando la soluzione migliore sarebbe aver coraggio, per una volta, ed essere uomini. Ma qui non si parla solo di questo... si parla di amicizia, amore, morte e vita, maledizioni, rapporti familiari in bilico, segreti, enigmi... La bambina senza cuore è un'infinità di cose belle - oltre a quelle gotiche e paurose - autentiche e magiche al tempo stesso. E' un'opera che si legge d'un fiato, quando quel fiato non ti viene tolto dall'eccezionalità degli eventi narrati, quando ti resta dopo aver urlato a squarciagola tutte le emozioni che ti ha suscitato, quando un pianto irrefrenabilmente non riesce a portarti via la voglia di dire: "lo rileggerei da capo!"... Ed è questo che dovete aspettarvi dall'opera dell'esordiente Emanuela Valentini, che di esordiente ha ben poco, visto il suo talento innato, un talento che sono certa la porterà lontano.
Mi sembrava di assistere a uno stop-motion di Tim Burton, mentre leggevo, musicato dall'immancabile Danny Elfman e di grandissimo effetto visivo. Colori cupi e intensi per dei paesaggi descritti con minuzia e inaspettata originalità, una realtà a volte tanto vera e a volte tanto evanescente da immaginare di trovarsi immersi in un sogno. I personaggi sono profondi e commoventi, sono l'elemento più prestigioso del romanzo, fonte importante per spunti di riflessione, perché con le loro azioni e con le loro scelte sanno essere talmente puri e genuini che non si può non ammirarli... o amarli. Tutta la storia ha in sé qualcosa che richiama alla bellezza dell'infanzia... ma con qualche nota distorta, a renderla ugualmente bella, ma molto meno scontata... E' una fiaba dai sapori macabri, questa, dai magici contorni, in cui un eroe e una principessa non cercano il lieto fine, ma solo una degna fine. 
ATTENZIONE, SPOILER: Nathan, generoso e coraggioso, è l'eroe più incredibile di tutti, che se anche non si sente eroe, lo è. Lui che senza curarsi di vivere o morire sfida qualunque sorte pur di riportare alla dolce Lola il suo cuore, ormai di pietra. E' non è forse un eroe un ragazzo così? Oh, quanto l'ho amato!*_*
E Lola... tenera, splendida Lola, principessa di un luogo impuro e desolante, che, nonostante la fragile apparenza, è determinata a difenderlo con forza. Una principessa senza cuore ma dotata di grande amorevolezza...

Indimenticabile la storia, indimenticabili i personaggi, indimenticabili le atmosfere... Tutto in questo romanzo vi prenderà, vi affascinerà, vi turberà... Il vostro cuore non è al sicuro, siete avvisati!

Voto: 6/5
Un simile voto è dovuto al fatto che questo romanzo va ben oltre dall'essere giudicato, è un'esperienza unica, imparagonabile e, come tale, merita un riconoscimento esemplare.
Brava, brava, brava davvero Emanuela Valentini!

N.B.: Le immagini nel testo sono illustrazioni di Shawna Erback, un'artista che ammiro molto e che trovo perfettamente concorde all'anima di questo romanzo...



16 commenti:

  1. meravigliosa recensione!!! in lettura oggi!!! belle le immagini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, le immagini sono stupende.. perfette per un romanzo altrettanto stupendo :)

      Elimina
  2. devo leggerlo assolutamente!!!!!bellissima recensione

    RispondiElimina
  3. Come promesso ti lascio un saluto e un complimento. Il fatto che a me il libro non sia piaciuto non inficia il piacere con cui ho letto la tua bellissima recensione, poetica, affascinante e molto sentita. Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao dru, grazie... Beh, il libro ha il potere di suscitare delle emozioni incredibili... Mi spiace che tu non le abbia provate, io l'ho trovato davvero magico e non vedo l'ora di ricominciare a leggerlo!

      Elimina
  4. meno male che lo hanno distribuito gratis! devo leggerlo il prima possibile, grazie per la recensione! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è gratis, e fortunatamente hanno tutti la possibilità di leggere questo piccolo capolavoro! Ti auguro una buona lettura;)

      Elimina
  5. Ma che bella recensione *-* da quando ho sentito parlare per la prima volta di questo libro, ho sentito a pelle che mi sarebbe piaciuto! Non vedo l'ora di poterlo leggere... anche perché dopo la tua recensione non ho più dubbi! Io poi sono una grande fan di Tim Burton *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Anch'io amo da morire Tim Burton!!! Allora, se ti piace, riuscirai sicuramente ad apprezzarlo quanto l'ho apprezzato io... credimi, l'autrice ha fatto un ottimo lavoro! La storia ti assuefarà... Buona lettura;)

      Elimina
  6. Che bello, sembra davvero uno di quei romanzi da non perdere!! *__* Già la copertina aveva attirato la mia attenzione, è davvero bellissima... cercherò di comprarlo appena posso, adesso sono curiosissima!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììì*_____* La cover è fantastica, e poi il colpo di genio è anche dell'autrice che ha saputo ispirarsi all'immagine per creare delle scene nel suo romanzo... grande! Cmq approfittane, è anche gratuito l'ebook... buona lettura!;)

      Elimina
  7. Ho finito di leggerlo questa notte, semplicemente meraviglioso!!! Concordo pienamente con la tua recensione, così tenebroso eppure così puro. Grazie Emanuela per questa gemma rara.

    RispondiElimina
  8. Bellissima recensione, mi hai fatto proprio venir voglia di leggerlo :)

    RispondiElimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)