Ultime recensioni

mercoledì 31 ottobre 2012

Recensione: "Broken" di A.E. Rought


Carissimi followers,
ho aspettato questo giorno per scrivere la recensione di "Broken" perchè non ce n'era uno migliore:)
Una perfetta storia di Halloween, con le sue gotiche atmosfere e le descrizioni oniriche lugubri e poetiche...

Una storia ispirata a "Frankenstein", una versione moderna di un classico dell'orrore che tutti conoscono, è quanto ci viene proposto in "Broken". Questo è il motivo che mi ha attirata maggiormente verso questo libro, ovvero la novità che proponeva la storia.
Ringrazio l'editore e NetGalley per avermi concesso di leggere e recensire in anteprima questo romanzo.

Broken
di A.E. Rought


Prezzo: 7.99 £
Pagine: 320 ca.
Data di pubblicazione: 8 Gennaio 2013
Genere: Paranormal, Gothic, Romance
Lingua: inglese
EditoreStrange Chemistry Imprint of Angry Robot

INEDITO IN ITALIA

Immaginate un racconto moderno su Frankenstein di Mary Shelley dove l'amore eterno di una giovane coppia e il dolore di un padre spinto al di là della sanità mentale potrebbe significare la distruzione di tutti.
Una serie di morti sospette presso una piccola città del Michigan termina con una caduta che reclama la vita del ragazzo di Emma Gentry, Daniel. Emma è a pezzi, un guscio vuoto che si muove meccanicamente attraverso i suoi giorni. Lei e Daniel erano fatti l'uno per l'altra, si completavano solo quando erano insieme. Ora lei si aggira inquieta per la città nella tarda oscurità d'Autunno, frequenta il cimitero e le sue tombe di marmo bianco, sentendo Daniel ovunque, il suo spettro nel chiaro di luna e la nebbia. Quando lei incontra il nuovo arrivato Alex Franks, figlio unico di un vedovo e rinomato chirurgo, suo malgrado è incuriosita. Lui è un enigma che si fonde con le ombre preferendo custodire se stesso. Ma lui è tanto attratto da lei quanto lei da lui. E' strano... familiare. Dal modo in cui sa come aprire il suo armadietto quando si incolla, al soprannome che condivideva solo con Daniel, addirittura i suoi occhi color nocciola con macchie marroni proprio come quelli di Daniel. L'avvicinarsi tra loro diventa qualcosa di più che le grida dentro che c'è qualcosa di molto sbagliato in Alex Franks. E quando Emma s'imbatte in un serraglio grottesco e terrificante di animali straziati che vivono entro le mura della tenuta dei Franks, creature che lei sicuramente sa che devono essere morte a causa delle loro ferite, comprende.

Con le premesse che vi ho fornito, come potrebbe aprirsi meglio questo romanzo se non con una bella scena ambientata in un cimitero?
Emma Gentry ha diciassette anni ed è una ragazza a pezzi. Ha subito da poco una perdita devastante: Daniel, il suo ragazzo, la sua anima gemella. Il suo dolore è vivo e palpabile, è una ferita che non riesce a far rimarginare. Da allora si aggira tristemente nei cimiteri, sfiorando le tombe e rivedendo il suo vero amore, il suo Daniel, ovunque. Sentendo il suo spirito. I ricordi che ha di lui sono vividi e le descrizioni che il personaggio ci regala sono intense, come le metafore usate per dipingere i suoi pensieri. A volte agghiaccianti, a volte, semplicemente, stupende.
Quando un bel giorno, però, arriva a scuola Alex Franks, la vita di Gemma subisce una svolta. Lei si sente istintivamente e stranamente connessa con lui. Prova un'immediata attrazione e non se ne spiega il motivo.
Ecco, per chi mi conosce, sa bene quanto io odi i clichè, quello dell'innamoramento repentino, poi, è uno dei più detestabili, a mio parere. Eppure, qui, sebbene all'inizio mi abbia infastidita un po', ha un senso più che giusto. C'è un motivo se Emma e Alex si sentono così attratti l'uno verso l'altra.
E, per quanto Alex sia un tipo inquietante e schivo (per carità, anche lei è abbastanza inquietante, diciamolo pure), lei sarà incuriosita da questo ragazzo che nasconde numerose cicatrici sotto il cappuccio, tanti dolori e tanti misteri. E' un personaggio molto complesso Alex e molto interessante, uno di quei personaggi tormentati che non puoi fare a meno di amare!
Anche se la trama si rivelerà presto non così tanto originale come mi aspettavo, la storia è riuscita comunque a conquistarmi per via delle sue atmosfere gotiche - che io adoro! - e dei vari riferimenti alla letteratura classica horror!:) Da Dracula di Bram Stoker a Frankenstein di Mary Shelley... e a proposito di Frankenstein, vogliamo parlare della famiglia Franks? Il nome stesso non è forse un riferimento puramente casuale? Alex è il figlio di un rinomato chirurgo, il dottor Franks, un uomo davvero inquietante e orrendo, pazzo e stravagante,  letteralmente ossessionato dagli esperimenti. Beh, prima di farvi capire troppo della trama e fare spoiler inopportuni, sappiate che quest'uomo l'ho profondamente detestato. Ha una mente malata ed è riuscito a farmi scaturire sentimenti profondi di rabbia. E' abbastanza chiaro, immagino, il perché Emma si senta attratta verso Alex: lei rivede in lui gli stessi occhi di Daniel, gli stessi gesti, le stesse parole usate da lui. Una somiglianza inquietante che la porterà pian piano a farsi tante domande. Mi fermo qui, ma l'ovvietà è percepibile anche dalla trama che trovate sopra.
Chi è Alex Franks?:P

Nonostante vari difetti e qualche passaggio lento in cui non accadeva niente di che o si ripetevano le azioni quotidiane di Emma, la storia mi ha coinvolta parecchio. L'ho trovata intrigante e a tratti struggente. Il punto di vista di Emma, tramite cui è raccontata, aiuta a comprendere meglio i suoi stati d'animo, la sua sensibilità, il suo immenso dolore, la sua angoscia, la perdita bruciante dell'amore della sua vita, ma anche la forza che dimostra di fronte a situazioni difficili, il coraggio nel tentare di affrontare un dolore che la devasta totalmente e di andare avanti nonostante tutto. Certo, la storia d'amore, sebbene tenera e appassionante, si sviluppa troppo velocemente, ma ormai è difficile trovare uno YA in cui non accada.

In definitiva, Broken è una bella storia, una versione romantica di Frankenstein per adolescenti, i tratti horror sono affascinanti e la scrittura è piacevole e anche abbastanza poetica, sopratutto nelle scene in cui Emma ricorda il suo amato defunto Daniel. Forse non c'è molta azione, ma riesce comunque a tenere avvinti alle pagine e a regalare momenti dolci e inquietanti allo stesso tempo. Non manca nemmeno l'humor con cui la storia è ben condita. Se vi interessa leggere uno YA un po' diverso dal solito allora questa lettura fa per voi! E poi... Avete visto che cover favolosaaa!!!*_*

Buon Halloween a tutti^_^

Voto: 7/10

Questa recensione partecipa alla "Hogwart Reading Challenge"  ideata da Denise sul blog "Reading is Believing". Fa parte della casa "Grifondoro".




8 commenti:

  1. Sembra interessante!!!
    peccato che sia inedito in Italia!!
    spero che qualche casa editrice si accorga di questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero, è una lettura davvero carina:)

      Elimina
  2. questo è sfuggito al mio radar! Lo infilo subito in wishlist perché sembra proprio carino e concordo, la cover è eccezionale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il fatto che si ispiri a Frankenstein è qualcosa di veramente originale;)E anche se poi rispecchia i classici canoni di uno YA, riesce in qualche modo a distinguersi... è scritto bene;)Baci!

      Elimina
  3. Lo metto in wishlist! Adoro la cover e la trama mi stuzzica! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la cover è bellissima!*_* La trama tradotta da me lascia alquanto a desiderare:P, ma la storia è realmente intrigante;)

      Elimina
  4. Oddio sembra proprio il genere di libro che apprezzerei senza dubbio! E' scritto in un inglese ricercato o facilmente comprensibile? :P

    Comunque entra in wishlist di sicuro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara:) Ci ho impiegato un po' a leggerlo, diciamo che ne ho letti di più comprensibili in inglese... ma se pensi sia il tuo genere, ti piacerebbe di sicuro;)

      Elimina

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)