Recensioni

venerdì 10 agosto 2012

Recensione: "Dreamless" di Josephine Angelini


Comincio questa recensione premettendo che non me ne frega niente se in tanti parlano male di Dreamless, se non ha soddisfatto le aspettative di tutti, se la Angelini ha messo troppa carne sul fuoco. Io l'ho trovato un romanzo incredibile e, il fatto che l'abbia letto in un giorno, la dice lunga. Le mie aspettative sono state pienamente soddisfatte e questo è l'importante:)))



primo libro della serie

Scheda tecnica

Titolo: Dreamless. Nell'aldilà ogni notte è per sempre.
Autore: Josephine Angelini
Prezzo: 16,50 euro
Pagine: 448
Editore: Giunti (collana Y)

Autore

Josephine Angelini, è la più giovane di otto fratelli, di cui sei sorelle e un solo fratello. Vive a Los Angeles col marito.
Starcrossed, il suo esordio narrativo, primo libro della trilogia The Awakening series, è un caso editoriale con pochi precedenti nel mondo degli YA: i diritti di traduzione sono stati subito acquistati per cifre da capogiro.
Il secondo romanzo, Dreamless (2012), descrive il viaggio di Helen nell’aldilà, mentre il terzo (2013) narra la cronaca dello scontro finale tra gli dèi e i mortali


Trama

Il secondo volume della saga di stampo mitologico "The Awakening series". Ritroviamo Helen, che nel frattempo è diventata la Discendente, la prescelta dagli dèi. Ogni notte si addormenta nel suo letto e raggiunge l'aldilà dove affronta prove indicibili per trovare le Furie, liberarle dalla loro ira e rompere così il ciclo di faide tra le Case. Ogni mattina si risveglia, stanchissima e provata, costretta a cominciare una nuova giornata di allenamenti. È sempre più spossata e sofferente oltre che sola, dato che Lucas ora la tiene lontana. Helen è triste e profondamente sfiduciata, quando durante una delle sue discese agli inferi si imbatte in Orione, un semi-dio bello come il sole, capace di far tremare la terra e il suo cuore. Di notte si incontrano nell'Ade e di giorno si scambiano messaggi al cellulare. Lucas impazzisce di gelosia e in lui si scatenano poteri sconosciuti: adesso è in grado di controllare totalmente la luce e di rendersi invisibile. Divisa fra l'attrazione per il nuovo pretendente e l'amore impossibile per il cugino, Helen si ritroverà a sfidare i suoi limiti per il bene dell'umanità intera.
Recensione

Cari followers, rispolverate pure tutto ciò che sapete sugli antichi miti greci e latini, rileggete l'Eneide e l'Iliade, riguardate Troy quante volte vi pare, ma leggere Dreamless sarà sempre e comunque tutta un'altra storia. Un romanzo con tutti gli elementi possibili a renderlo unico, indimenticabile e appassionante.

Con Starcrossed (per chi non lo avesse letto, può dare una veloce lettura alla mia recensione QUI e farsi un'idea) avevamo lasciato Helen di fronte a delle scoperte sconcertanti: la prima, di essere cugina di Lucas, il ragazzo di cui è innamorata. La seconda di essere in grado di viaggiare negli Inferi - anzi di essere l'unica, in realtà, a poterlo fare e, dunque, assumersi il compito di liberare i Discendenti dalle Furie.

L'inizio di Dreamless ci trasporta esattamente nell'incredibile e frustrante viaggio-missione di Helen. Tutte le volte che la ragazza chiude gli occhi si ritrova nell'aldilà a fare i conti con scenari inquietanti e drammatici, ad affrontare un cammino che non la porta da nessuna parte, un cammino in cui è completamente da sola e che la spossa e destabilizza sempre di più. Infatti, una volta nel mondo reale, il suo fisico sarà molto provato per le dure prove che le tocca affrontare nelle terre infernali. E la cosa preoccuperà non poco Lucas, il quale vorrebbe poterle stare accanto, essere d'aiuto in qualche modo, ma che si costringe a evitarla il più possibile (il fatto che pensano di essere cugini li mette in crisi entrambi).

Nessuno riesce a trovare una soluzione che possa aiutarla a trovare le Furie e a eliminarle una volte per tutte e così mettere fine alla triste missione solitaria di Helen.

La poveretta, nonostante tutto, cercherà di non mostrare mai la sua debolezza e il suo sfinimento (anche se è piuttosto palese), ma continuerà a tirare avanti e a farsi forza, anche se non le dispiacerebbe un aiutino negli Inferi.

Qualcuno ha detto aiutino? Beh, eccola servita! E che aiutino!

Un giorno, mentre Helen, per l'ennesima volta, si ritroverà in pericolo, finalmente qualcuno accorrerà in suo aiuto. Lui è Orion ed è il capo della Casa di Roma, nonché discendente di Enea, figlio di Afrodite e bellissimo Adone. Come a dire: ti sembra poco??

Lui è un Discendente con dei poteri straordinari, capace di scuotere la terra e di manipolare i cuori e i sentimenti altrui. Ha uno speciale bracciale, il Ramo d'Oro di Enea, grazie al quale può varcare portali che lo conducono agli Inferi.
Proprio ciò che ci voleva per Helen, esattamente al momento giusto. Lui è l'unico in grado di aiutarla e tra i due si instaurà una speciale vicinanza, una sintonia tale, da offuscare ogni buona intenzione di Lucas.

Ovviamente, ci troviamo di fronte all'ennesimo caso di triangolo amoroso, al quale sembra nessun autore si senta mai di rinunciare. Inizialmente, ho pensato si trattasse di una scelta sbagliata, banale e fin troppo abusata, ma visto poi come si sono evolute le cose, l'ho trovata più che azzeccata.

Sia Lucas che Orion saranno disposti a tutto pur di proteggere l'amata Helen e anche lei, sempre impavida nonostante sia il bersaglio principale di tutti i cattivi della storia, sarà pronta a morire per loro.
Ingenuamente, però, i tre ragazzi non si rendono conto di essere al centro di un piano ben congegnato, di trovarsi nella situazione perfetta e da secoli agognata, per poter scatenare una nuova, terrificante ed epica guerra.

In un susseguirsi di azione, colpi di scena, battaglie e viaggi nell'oltretomba, Dreamless condurrà il lettore a divorare le pagine, a trattenere il fiato a lungo e gridare e strapparsi i capelli per il tormento e la frustrazione, di fronte a scene talmente vivide da assorbirlo completamente.

Sempre a un passo dalla morte o da qualche altra tremenda catastrofe, Helen ne passerà di cotte e di crude e, nonostante i suoi miliardi di poteri, si ritroverà sempre impotente di fronte alla sadicità del suo destino e combattuta nel cuore.

Ancora rivelazioni, nuovi guai per ognuno che viene risolto, e un finale che è la premessa di una lettura che non possiamo assolutamente perdere: gli dei, liberi dalla loro prigionia nell'Olimpo, pronti a scatenare il putiferio sulla Terra.

Che dite, vi basta tutto questo per convincervi a leggere questa meravigliosa saga o ancora no?

Sicuramente, amerete molti dei personaggi, mortali o semidei, pronti a tutto e sempre coraggiosi e leali, talmente ben caratterizzati da risultare affascinanti e verissimi (Hector sei il mio eroeee!!!*_*). Ne odierete altri e vivrete i tormenti dei protagonisti come fossero i vostri. Ma, soprattutto, vi sembrerà di sognare ad occhi aperti, mentre leggerete, cullati dalle parole di una storia leggera ed estremamente avvincente, alla scoperta di luoghi d'incanto, luoghi mitologici da sempre solo vagamente immaginati e qui descritti così bene da apparire reali.

Se siete ancora indecisi se leggere o no questa storia, vi dico solo una cosa: dategli una possibilità e leggetelo con gli occhi del cuore.
Vi apparirà in modo diverso.

Voto: 9/10

Volevo dargli il massimo ma quel punto lo conservo soltanto perché la Angelini ha messo troppo in difficoltà Helen in questo romanzo, non bastava l'Adone accanto ma pure....

Scopritelo voi, va, che è meglio!;P

Baci








Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)