Recensioni

lunedì 21 maggio 2012

Recensione: "La sedicesima luna" di Kami Garcia e Margaret Sthol


"La sedicesima luna" è un romanzo molto particolare, in cui protagonista assoluta è la magia.
Prima di acquistare il libro, non ho voluto leggere niente a riguardo, come faccio spesso, quando non voglio lasciarmi condizionare e farmi prendere totalmente dalla storia. Di solito recensioni e commenti vari li leggo dopo aver finito il libro.
Anche stavolta devo dire che ho fatto bene. Le sorprese sono arrivate tutte e improvvise. Sorprese che non mi aspettavo. Dalla trama, per esempio, mica si capiva che la protagonista femminile è una Maga!

Ma andiamo per ordine, altrimenti vi confondo e mi confondo anch'io. Sono così tante le cose che vorrei dire e ho paura di dimenticarle o di perdere il filo.
Vi faccio presente che oggi, dovendo curare anche la rubrica "Amore tra le righe", ne approfitterò, nella recensione,  anche per parlare di un amore che mi ha fatto scalpitare dall'emozione...


Scheda tecnica

Titolo: La sedicesima luna
Autore: Kami Garcia e Margaret Sthol
Prezzo: 18,00 euro
Pagine: 519
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)

BOOKTRAILER

Trama

Le notti di Ethan sono tormentate da strani sogni che hanno per protagonista una misteriosa e bellissima ragazza. Un giorno, nel cortile della scuola, Ethan se la ritrova davanti. È Lena Duchannes, "la ragazza nuova" appena arrivata in città, nipote di Macon Ravenwood, il vecchio eremita pazzo che vive ai confini di Gatlin. Lena è diversa da qualsiasi ragazza Ethan abbia mai incontrato, talmente diversa che a scuola viene subito emarginata. Solo lui assecondando l'inspiegabile connessione che sembra legarli, la avvicina e se ne innamora perdutamente. Ma Lena nasconde un segreto: la terribile maledizione che da generazioni perseguita la sua famiglia e che si compirà il giorno del suo sedicesimo compleanno.

 
Recensione

La storia è ambientata in un paese della Carolina del Sud, Gatlin. Un paese che le autrici descrivono alla perfezione in tutte le sue caratteristiche, in tutti i suoi pregi e difetti (soprattutto difetti), tanto che sembra quasi di viverci davvero. Almeno, io mi ci ritrovo molto, dal momento che vivo in un piccolo paese e molte cose le capisco bene. Come il fatto che tutti sanno tutto di tutti, che non puoi avere segreti, che gli "estranei", i "diversi", sono malvisti. E' un paese dalla mentalità molto ristretta, dove anzi hanno tutti un'unica uguale mentalità.
Questa è Gatlin, viene ripetuto in continuazione...
Ed Ethan, il nostro eroe, conosce bene Gatlin. Ci vive da sempre. E da tempo desidera lasciarla e vedere il mondo. Eppure è sempre lì, a Gatlin, "ingabbiato", dove tutto è uguale e nulla cambia. Neanche lui, nonostante lo desideri, nonostante desideri essere diverso dai suoi stupidi compagni e dalla gente del posto. Ha perso la madre, il padre è una specie di eremita e lui si limita a tirare avanti, grazie anche alle premurose cure della domestica Amma, che gli vuole bene come a un figlio.
Ma una grande novità sembra profilarsi all'orizzonte di quella tediosa vita. Un mistero.
Ethan continua a sognare di una bellissima ragazza, una ragazza che non conosce, che non ha mai visto, ma con la quale sente un legame particolarissimo.
Il giorno in cui scoprirà che quella ragazza si è da poco trasferita a Gatlin e addirittura frequenta la sua classe, sarà un giorno fatidico, perché da allora nulla sarà più come prima.
 Ethan diventerà ossessionato da lei, vorrà conoscerla e scoprire di più dei sogni in cui l'ha già incontrata.
Il destino gli tenderà una mano...

Devo dire che non sempre mi capita  di leggere romanzi ricchi di vicende come questo e, quando accade, sono davvero contenta. Non ho avuto un attimo di respiro mentre lo leggevo. Succedeva di tutto, da una pagina all'altra, ed ero così ansiosa di sapere come sarebbe andata a finire che lo leggevo praticamente in ogni momento possibile.
Ethan e Lena sono due personaggi magnifici e, finalmente, abbiamo un romanzo scritto dal punto di vista maschile (cosa abbastanza rara). Probabilmente il libro non sarebbe stato tanto bello se fosse stato il contrario.  Ethan è caratterizzato molto bene. Si riesce a comprendere perfettamente il suo tormento interiore nel vivere in un posto "immobile" come Gatlin, farne pienamente parte, e non riuscire a staccarsene, neanche volendo. L'allontanamento, quando si innamora di Lena, dalle sue abitudini, dalle pseudo-amicizie, da tutto ciò che era prima. E il suo smisurato, tremendamente romantico amore per quella ragazza tanto diversa da lui eppure tanto vicina... I due hanno una sorta di sintonia telepatica, riescono a sentire l'uno i pensieri dell'altra e a comunicare in quel modo. Ciò li rende unici e molto affiatati. Ma ancora Ethan non sa cos'è lei. Non sa chi è la sua famiglia. Non sa in che intricata storia è andato a cacciarsi. Lena non vuole coinvolgerlo ma lui si dimostra coraggioso e pronto ad accettare qualunque cosa, per lei. Qualunque verità. Sembra non importargli altro che di stare con lei e salvarla da ogni sorta di male (in questo caso male-dizione) l'affligga.

Lena è una Maga e sono Maghi anche tutti i membri della sua famiglia. Zii, nonni, cugini, TUTTI! Ogni personaggio di questo romanzo scopriremo avere un  ruolo particolare. Da Amma, allo  strano zio Macon, dalla bibliotecaria Marian, al cane Boo. Chiunque. E anche questa è stata una bella sorpresa per me. Tanti personaggi, tante storie, un bell'intreccio. Ero elettrizzata!
Molto lentamente vengono svelati al lettore i vari misteri seminati all'inizio del libro, fino a giungere ad un finale clamoroso e praticamente perfetto. Sinceramente, sono stata col timore di come potesse concludersi. Vedevo troppe complicazioni, ad un certo punto, ma le autrici, affidandosi a giusti stratagemmi, hanno fatto un'ottimo lavoro. Neanch'io avrei saputo fare di meglio.

Adesso, qualunque altra cosa aggiunga, potrei fare troppo spoiler e non vorrei, perché davvero privarvi del piacere di una così bella lettura sarebbe ingiusto.

Vi dico soltanto che nella Sedicesima luna troverete di tutto, quindi, chi non l'ha ancora letto, lo faccia ma si prepari: c'è un amore dolce e tormentato che vi farà gioire ma anche piangere (sì, vi giuro, nel finale ho pianto!)...


"Pensai a tutte le volte che aveva rifiutato di accettare il mio destino, che aveva rifiutato di arrendersi, di dirmi addio.
Adesso toccava a me. - Io non ti dirò addio. Non te lo dirò. - Eravamo arrivati a questo, un sussurro in un campo di erbacce fumanti."


 ... c'è una grande maledizione, ci sono Maghi e ci sono incantesimi, ci sono Spiriti, misteri, tradimenti, una casa dalla gotica bellezza che si trasforma ( e anche WOW direi!), un libro di incantesimi e un magico medaglione, ci sono visioni e sogni inquietanti, ci sono Luce e Tenebre... E c'è un destino da cambiare...!

DELLA SERIE: CHE COSA VOLETE DI PIU', INSOMMA?!

Ma, soprattutto, c'è poesia, bellezza e... magia, tanta magia in questo splendido romanzo che  non ha nulla da invidiare a quelli di grandi autori affermati.
Io l'ho adorato e, naturalmente, sono pronta a buttarmi nella lettura de "La diciassettesima luna".

E voi? Che ne pensate?


Voto: 8/10

Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)