Ultime recensioni

mercoledì 11 aprile 2012

Recensione - Red di Kerstin Gier


"Rosso rubino, che ha la magia del corvo nel cuore, chiude il cerchio dei dodici in sol maggiore."

Red è il primo libro di una bellissima trilogia ambientata a Londra, con protagonista una ragazza, Gwendolin, davvero speciale.
Una ragazza capace di viaggiare nel tempo.
Non mi ero ancora decisa a leggerlo, nonostante tutti ne parlassero. Forse è perché io sono sempre un pochino scettica, riguardo le opinioni altrui. Diciamo che un opinione è tale perché è personale e, quindi, per giudicare questo libro "bello" dovevo leggerlo e constatarlo.
L'ho fatto. E posso ammettere che lo è.

Ma andiamoci cauti. Ve ne spiegherò anche i motivi più avanti se avrete la pazienza e il piacere di continuare a leggere.
Intanto per voi le covers della serie, una più bella dell'altra (anche se Blue, in particolare, mi fa accapponare la pelle), la scheda tecnica, l'autore, la trama. Infine la mia opinione.



Scheda tecnica

Titolo: Red
Autore: Kerstin Gier
Prezzo: 16,60 euro
Pagine: 329
Editore: Corbaccio (collana Narratori Corbaccio)

"Blue", il secondo libro della serie

"Green", il terzo libro della serie

Cover originale di "Red"

L'autore


Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con marito e figlio vicino a Bergisch Gladbach, in Westfalia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato, dal 1995, quella di scrittrice. I suoi romanzi, come Männer und andere Katastrophen, da cui è stato tratto un film, Für jede Lösung ein Problem e Die Mütter-Mafia sono rimasti per mesi in vetta alle classifiche tedesche dei libri più venduti, ma è con Red che Kerstin Gier ha raggiunto il successo mondiale. Un successo da 600.000 copie e diritti venduti in 15 Paesi.


Trama

Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...



Recensione

Red è stata una scoperta. Una piacevole scoperta.
Avete presente quando vi ostinate a non voler fare qualcosa (nel mio caso a non voler leggere qualcosa) e poi quando lo fate rimpiangete di averlo fatto troppo tardi? Beh, così è stato per me. Sono sempre stata a conoscenza di questa trilogia e ho sentito tanta gente esprimersi positivamente a riguardo, ma io non l'ho mai presa in considerazione. Finché un giorno... non mi sono fatta un regalo. Se è così bello come dicono, non avrò buttato i miei soldi, ho pensato. E, subito dopo averlo letto: "No, non li ho buttati".

Red è una lettura che non ti aspetti. E' fresca e ironica come poche e sorprendente nella scelta di una trama ricca di colpi di scena e originalissima.
La protagonista è strepitosa, genuina e divertente. Una ragazza in cui potersi facilmente rispecchiare, tanto sembrerebbe ordinaria. Messa a confronto con l'antagonista, la cugina Charlotte, una ragazza praticamente perfetta, non puoi non rendertene conto.
Nella vita di Gwen tutto ruota intorno a Charlotte e il suo presunto "potere": viaggiare nel tempo. Secondo un calcolo di Newton basato sulla data di nascita, lei sarebbe quella nella famiglia col gene, la dodicesima viaggiatrice, predestinata ad una missione segreta e pericolosa per cui si prepara da tempo. Quando comincia a mostrare i primi sintomi che preannunciano il primo incontrollato salto temporale, tutti le stanno ancora più addosso, ignorando che non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Infatti, caso vuole, che anche Gwen sia nata lo stesso giorno di Charlotte (solo la madre ne è a conoscenza) e che, a dispetto delle opinioni della famiglia e della sua totale impreparazione, sia lei ad avere quel gene. Sia lei a compiere il primo salto nel passato. E il secondo. E il terzo...
 La dodicesima viaggiatrice non può che essere lei.
Ovviamente la cosa creerà non poco scalpore in famiglia (qui i primi misteri sul perché i genitori non abbiano detto a nessuno che Gwen sia nata quel giorno e non il seguente). Cominciano ad intrecciarsi i fili di una trama sempre più intrigante.
Quando tutti - o quasi - si convinceranno ad accettare la verità, tra l'altro palesemente dimostrata, per Gwen si apriranno le porte di un mondo incredibile e meraviglioso allo stesso tempo. Un mondo anche molto pericoloso, che in più di un'occasione le costerà la vita. Ma Gwen è abbastanza determinata da non farsi sopraffare troppo da tutti questi nuovi avvenimenti/avventure con cui deve fare i conti. Affronta il suo destino col coraggio e la forza giusta. Fantastica la scena quando dovrebbe restarsene buona buona nella carrozza mentre viene attaccata e, invece, lei afferra una spada e infilza uno dei briganti.
Sarà forse la vicinanza di Gideon ad incoraggiarla tanto? Io dico di sì :)
Ahhhh, Gideon! *_*
Anche lui è un viaggiatore. Anche lui ha il famoso gene. Lui porta avanti la missione (quella di recuperare il sangue di tutti e dodici i viaggiatori per poter accedere ad un grande segreto) da più tempo. Ed è davvero in gamba. Anche tutto solo riuscirebbe a cavarsela egregiamente. Forse...ahahaha! Quando toccherà a Gwen salvargli la vita, lui dovrà ricredersi su quella che considerava una ragazzina superficiale. Ed, infatti, il loro rapporto migliorerà.
La storia d'amore sboccia molto lentamente tra loro due. Vicenda dopo vicenda, cambieranno entrambi l'opinione fattasi a priori dell'altro. Ed è bello assaporarla così. In molti Young Adult di oggi nascono storie d'amore all'improvviso. Pam! Colpo di Fulmine! Prima ancora che uno dei due parli già sono innamorati persi... Mah!
Molto intrigante, invece, questa sorta di odio/amore che si instaura tra Gwen e Gideon che, naturalmente, non si esprime tutto nel primo romanzo della serie, ma ci lascia l'acquolina in bocca per costringerci a catapultarci sul seguito, non appena finito Red.
Esattamente quello che ho fatto :P


Mi piace molto lo stile semplice e scorrevole della Gier. Red è un romanzo che si legge d'un fiato, senza stancarsi. Fa sorridere e fa emozionare (trovo stupenda l'amicizia che c'è tra Gwen e Leslie, così vera e incondizionata da commuovere). Tutti i personaggi sono ben caratterizzati, tanto che leggendoli sembra di averli proprio davanti agli occhi.
Adesso posso davvero dirlo: SI', Red è proprio un bel libro!
Se volete gettarvi a capofitto in un'avventura leggera e spensierata da cui sarà difficile uscire, beh, non potete non leggere questa saga. Vi ci affezionerete subito e la amerete!
Non fate come me... e fidatevi ;)

Voto 8/10

Nessun commento:

Posta un commento

Commentare non costa nulla!:) Lascia pure il tuo commento, sarò felice di risponderti;)